Nuove nomine: don Pirini a San Paolo e Cappuccinini, don Brighi alla Cava

I sacerdoti della diocesi si sono incontrati in seminario, l’11 e il 12 giugno per la “due giorni” di formazione del clero e per festeggiare i confratelli che ricordano l’anniversario della loro ordinazione. Chiudendo la prima giornata di incontro il vescovo, mons. Lino Pizzi ha anche annunciato le nuove nomine e i trasferimenti di sacerdoti.

Cambio alla guida delle parrocchie di San Giovanni Battista dei Cappuccini e di San Paolo Apostolo: don Gabriele Pirini, attualmente cappellano di San Paolo, sarà il nuovo parroco di entrambe le comunità.

A don Gabriele, 44 anni, sarà affidata complessivamente la cura di circa 7200 persone e oltre 3000 famiglie, ma avrà come collaboratori don Guglielmo Giorgioni, parroco dei Cappuccini dal 2005, succeduto a don Lucio Vignoli, del quale era stato in precedenza collaboratore per molti anni e don Girolamo Flamigni, che nel 1971 aveva “fondato” la parrocchia di San Paolo assieme a don Amedeo Pasini.

Come già annunciato don Domenico Ghetti lascia la parrocchia della Cava, dove era parroco dal 1971 e inizierà il servizio di cappellano all’ospedale Morgagni-Pierantoni.

Don Domenico succede nel delicato compito di assistenza spirituale agli ammalati, medici e al personale sanitario dell’ospedale a don Gino Gentili, in carica dal 1994 e che ora continuerà il suo ministero nella parrocchia di San Giovanni Evangelista come collaboratore di don Erio Castellucci.

Al posto di don Ghetti la comunità di Santa Maria Ausiliatrice della Cava sarà affidata a don Davide Brighi, 41 anni, responsabile dell’Ufficio diocesano per la pastorale familiare che rimanendo parroco di Villanova, Villagrappa e Castiglione avrà ora la cura di circa 8200 persone e oltre 2700 famiglie.

Don Mauro Dall’Agata lascia le parrocchie di Roncadello, Malmissole, San Giorgio, Barisano e Poggio, per un periodo di riposo dagli impegni pastorali e sarà sostituito da un amministratore in attesa della nomina del nuovo parroco.

I sacerdoti nominati concorderanno con il Vescovo la data per il passaggio di consegne e l’inizio del loro nuovo incarico.

 

Festeggiati i giubilei sacerdotali

Sono stati festeggiati in seminario, giovedì 12 giugno, al termine della “due giorni” di formazione del clero i sacerdoti diocesani e i religiosi che ricordano gli anniversari di ordinazione: tre sono arrivati a 70 anni, 1 a 65, 2 a 60, sette a 50, cinque a 30, uno a 25, 2 a 20 e 2 a 10. Sono arrivati a 70 anni di ordinazione don Antonio Balestri, da anni a riposo a Cesena, mons. Enzo Donatini, che continua la sua collaborazione a Terra del Sole e don Giuseppe Petrucci, decano dei sacerdoti diocesani, ospite della Casa del clero in seminario. Festeggia i 65 anni don Enzo Ronchi, decano dei parroci, dal 1952 al Suffragio di Bertinoro e raggiungono la meta dei 60 don Alfeo Costa, parroco di Dovadola e vice postulatore della causa di beatificazione della Venerabile Benedetta Bianchi Porro e don Antonio Giorgini, rettore del santuario mariano di Valleluogo ad Ariano Irpino, affidato alla comunità dei Silenziosi Operai della Croce.

Sono arrivati a 50 anni di ordinazione don Natale Garavini, parroco a Forlimpopoli di San Giuseppe Operaio, San Leonardo e Sant’Andrea, don Giorgio Pirini, parroco di San Pancrazio, don Oreste Ravaglioli, parroco di Pieve Salutare, don Pino Ricci, ospite della Casa del clero, don Sergio Sala, parroco di Ravaldino, padre Ezio Marangoni e padre Lino Sgarbossa entrambi dei Saveriani di San Pietro in Vincoli.

Spengono 30 candeline don Giovanni Amati, direttore dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali e parroco di Capocolle, don Erio Castellucci, parroco di san Giovanni Evangelista e assistente ecclesiastico dell’Agesci, don Stefano Pascucci, parroco di Santa Caterina, don Urbano Tedaldi, parroco di Predappio, Predappio Alta, San Cassiano e San Savino e padre Fabio Giudici dei Camilliani di Predappio. Mons. Fabrizio Capanni, in servizio in Vaticano alla Pontificia Commissione per i beni culturali, taglia il traguardo dei 25 anni, a 20 anni di ordinazione sono arrivati don Davide Medri, parroco di Carpena e Magliano e don Pawel Szymusiak parroco di San Pietro in Trento, Filetto, Coccolia e Durazzanino e a 10 padre Roger Cabillo e padre Lorenzo Ryan dei Servi di Maria di San Pellegrino.

Con la morte recente di don Alberto Bertaccini sono 92 attualmente i sacerdoti diocesani ai quali si aggiungeranno presto due nuovi preti, don Andrea Carubia e don Fabio Castagnoli che saranno ordinati il 27 settembre prossimo.