La firma nella dichiarazione dei redditi per destinare l'8x1000 alla Chiesa cattolica

Domenica 6 maggio è la Giornata nazionale per la sensibilizzazione alla firma dell’8x1000 alla Chiesa cattolica e anche la nostra Chiesa locale è invitata ad approfondire questo tema.

La nostra firma non costa nulla, serve per aumentare la quota destinata alla Chiesa Cattolica, è un gesto di corresponsabilità e partecipazione dei fedeli alla vita diocesana. Tutti possono verificare come vengono utilizzati questi contributi a livello nazionale utilizzando il sito “Chiedilo a loro”. L’invito a firmare viene rivolto a tutti coloro che hanno ricevuto un modello CU, anche ai pensionati col trattamento minimo, ed in particolare a coloro che sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi perché titolari di un solo reddito da lavoro dipendente o da pensione (pensionati e giovani lavoratori). Chi non è in possesso del CU può richiederlo all’incaricato parrocchiale o al parroco. Dagli ultimi dati in possesso della Conferenza episcopale italiana risulta che le firme del 2016 (redditi 2015) a favore della Chiesa Cattolica sono state a livello nazionale del 79.00 % e livello regionale del 65.00%. Con le nostre firme la Chiesa italiana riceve dallo Stato, in base alla percentuale raggiunta, l’importo dovuto e destina ad ogni Diocesi una quota fissa uguale per tutte ed una quota variabile in base al numero degli abitanti. Nell’anno 2017 la diocesi di Forlì-Bertinoro ha ricevuto: 425,734,10 euro per esigenze di culto e pastorale utilizzati per curia e centri pastorali diocesani (131.430,13), restauro edifici di culto (96.000), mezzi di comunicazione sociale (50.000), Istituto di scienze religiose (30.000), manutenzione straordinaria opere parrocchiali (43.000), seminario regionale di Bologna (10.000), parrocchie in condizione di straordinaria necessità. Per interventi caritativi 570.700,91 euro utilizzati per la Caritas e altre realtà caritative. Per il sostentamento clero 1.242.479,89 euro per i 101 sacerdoti diocesani (dato 2016)

Altri contributi 497.739 euro anche questi utilizzati in gran parte per lavori e restauri nelle chiese (es. 267.489 Concattedrale di Bertinoro, 150.000 parrocchia san Pietro in Trento).

Come possiamo esprimere la nostra scelta: i pensionati e i lavoratori dipendenti che hanno solo redditi certificati dal modello Cu 2015 e siano esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi, debbono firmare nella casella “Chiesa cattolica”, facendo attenzione di non invadere le altre caselle, e firmare in calce al modello stesso e poi consegnarlo al parroco o all’incaricato della parrocchia o presso la curia, ad un centro di assistenza fiscale, all’ufficio postale. Il servizio è gratuito ed il termine di scadenza è il 31/10/18.

La firma dell’8X1000 non è alternativa a quella del 5x1000 e del 2x1000.

Adriano Valzania

Galleria immagini: