Don Milanesi (a sinistra) con il vescovo, mons. Pizzi

Festa a Santa Sofia per i 50 anni di sacerdozio di don Giordano Milanesi

La comunità di Santa Sofia è in festa domenica 17 per ricordare insieme tre anniversari. Nozze d’oro per il parroco, don Giordano Milanesi che celebra i 50 anni di sacerdozio, nozze di cristallo per il cappellano, don Jacques Bidjeck che ricorda i suoi 20 anni di ordinazione sacerdotale, nozze di diamante per suor Rosanna Buschi, vincenziana, per i suoi 60 anni di professione religiosa, per molti anni in servizio a Santa Sofia e attualmente ospite della casa madre del suo Ordine a Siena. Alle 17 i due sacerdoti concelebreranno la santa messa nella chiesa parrocchiale poi saluteranno parrocchiani e amici durante il momento conviviale che si svolgerà nel parco della parrocchia.

Don Giordano è parroco a Santa Sofia dal novembre del 2000 dove è succeduto a don Angelo Batani con il quale ha collaborato per 15 anni dal 1968 al 1983.

Santa Sofia è “casa sua” perché don Giordano è nato nella frazione di Biserno il 30 novembre 1939, ha studiato al seminario di San Sepolcro poi a quello di Firenze ed è stato ordinato sacerdote a Corniolo il 29 giugno 1966.

Dal 1966 al 1968 è stato cappellano a San Piero in Bagno poi parroco di Biserno, amministratore parrocchiale di Poggio alla Lastra e Isola e cappellano di Santa Sofia.

Nel 1983 è stato nominato parroco di San Colombano di Meldola dove è rimasto per 17 anni fino alla nomina a Santa Sofia.

Don Jacques arriva invece dal Camerun dove è nato nel 1967 ed è stato ordinato sacerdote nel 1996. Dal 2005 si trova in Italia per completare gli studi di teologia al pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma dove è iscritto anche al corso Anicec dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali. Dal 2008 è cappellano a Santa Sofia e collabora con don Giordano anche per le parrocchie di Corniolo, Isola, Poggio alla Lastra e Spinello.

“Questi anniversari ci offrono l’occasione per esprimere il rendimento di grazie al Signore per il dono del sacerdozio e della vita religiosa – affermano gli amici del Notiziario K di Santa Sofia - festeggiati e festeggianti renderanno grazie al Signore del dono che ha fatto alle nostre comunità con il loro servizio pastorale. Alle nostre felicitazioni si uniscono senz’altro anche le nostre preghiere perché il Signore continui a donare loro le sue abbondanti grazie e li assista sempre con la sua benedizione”.