Festa della Madonna del Carmine domenica 15 a Forlž nella chiesa di corso Mazzini, a Forlimpopoli, San Colombano e San Cassiano. Il 22 a Casanova dell'Alpe

Festa solenne della Madonna del Carmine domenica 15 luglio nella chiesa di corso Mazzini. La festa è organizzata ora da don Enrico Casadio, parroco di San Mercuriale, a cui è stata affidata la cura della chiesa dopo la partenza dell’ultimo carmelitano, padre Nazareno Mauri, nel 2015.

Sabato 14 luglio, vigilia della festa, alle 17.30, don Mauro Petrini, parroco di Meldola e biblista, presenta il libro “Paolo, apostolo e martire” di cui è autore padre Nazareno Mauri. Alle 18.30 celebrazione della messa per gli ammalati con la partecipazione di Unitalsi e Centro volontari della sofferenza.

Domenica 15, alle 8, recita delle lodi, alle 8,30 messa presieduta da don Enrico Casadio, alle 11,15 presieduta dal vescovo mons. Livio Corazza con il rinnovo dei voti del Terz’ordine carmelitano e supplica alla Beata Vergine del Carmine. Alle18,30 secondi vespri, alle 19 santa messa solenne presieduta da don Guy Kone, viceparroco di San Mercuriale, cui seguirà la processione in corso Mazzini.

Al termine delle messe benedizione e imposizione degli scapolari, sono sospese in questa domenica, le messe in San Mercuriale.

Lunedì 16 luglio, festa liturgica della Beata Vergine del Carmine, alle 18.30 santa messa santa messa per i benefattori e zelatori del culto mariano.

Da mezzogiorno del 15 luglio a tutto il 16 è possibile ottenere l’indulgenza plenaria alle condizioni previste (confessione e comunione entro 15 giorni, recita del Credo e preghiera secondo le intenzioni del Papa).

La devozione alla Madonna del Carmine è legata alle origini dell’ordine, nato sul monte Carmelo in Terra Santa nel XIII secolo, mentre la festa fu istituita in Inghilterra alla fine del XIV secolo. Nel 1609 fu estesa a tutte le comunità dei Carmelitani e nel 1726 papa Benedetto XIII la istituì come festa di tutta la Chiesa. La data della celebrazione, il 16 luglio, è legata al ricordo delle apparizioni della Madonna al carmelitano San Simone Stock che ricevette il dono dello scapolare, due piccole immagini in stoffa della Beata Vergine, unite da un filo, che vengono poste sulle spalle del fedele, da cui il nome di scapolare. Quando il titolo di Madonna dello Scapolare soppiantò tutti gli altri, il 16 luglio diventò la data ufficiale della festa.

Festa anche a Forlimpopoli, San Colombano, San Cassiano e Casanova dell’Alpe

Festa solenne della Madonna del Carmine anche nella parrocchia di San Colombano dove sabato 14, alle 18, verrà celebrata la messa prefestiva e alle 20.30 sarà recitato il rosario nel piazzale della chiesa. Domenica 15 messa solenne alle 11, celebrata dal parroco don Rufillo Rivalta e alle 15.30 funzione mariana, cui seguirà la festa popolare con animazioni varie e cena comunitaria.

Festa del Carmine a Forlimpopoli domenica 15 nella chiesa di via Saffi. Sono sospese per l’occasione le messe nella chiesa di San Rufillo e il parroco, don Stefano Pascucci e i suoi collaboratori celebreranno nella chiesa del Carmine alle 7, 9, 11 e 18. Alle 16.30 rosario e benedizione eucaristica.

A San Cassiano in Pennino, a Predappio, venerdì 13 processione, che si snoderà dal piazzale della Massera fino alla chiesa.  Domenica messa solenne alle 11.30, con pomeriggio e serata di animazione.

collaborazione con le associazioni “Dedicata ad un Angelo” e “Pensando al Borgo” con l’orchestra della predappiese Roberta Domenica 22 tradizionale festa della Madonna del Carmine a Casanova dell’Alpe dove don Giordano Milanesi, parroco di Santa Sofia, celebrerà la messa alle 11.30. Alle 12.30 seguirà il pranzo “alla sporta”, pic nic sui prati con quanto ciascuno avrà portato da casa, nel pomeriggio continua la festa alla quale partecipano villeggianti ed ex parrocchiani.

 

 

 

Galleria immagini: